Matrimonio Civile presso la Tenuta La Seminatrice 

 

Con delibera 81/2016 il Comune di Scandriglia ha individuato La Seminatrice come Casa Comunale Distaccata per cui, presso la Tenuta, è possibile effettuare il matrimonio con rito civile autentico.

Non si tratta di una simulazione bensì del vero matrimonio civile; il Sindaco, o suo delegato, celebrerà  il rito. La cerimonia, volendo, potrà essere personalizzata aggiungendo altri elementi quali il discorso dei testimoni, la lettura delle promesse ecc.

Per l’effettuazione del matrimonio presso la Seminatrice gli sposi sono tenuti al pagamento degli Oneri Comunali, al Comune di Scandriglia.

Nel caso in cui gli sposi intendano svolgere il solo rito presso La Seminatrice, oltre gli oneri comunali ci saranno anche quelli di allestimento del rito.

Sono previsti tre livelli di servizio da quello base “Margherita”, semplice, sobrio ed estremamente economico a quello avanzato “Rosa” che prevede anche un allestimento con l’arco fiorito ed infine quello personalizzato “Orchidea” da definire con gli sposi in base alle loro esigenze.

Nel caso in cui gli sposi oltre al rito svolgano presso la Seminatrice anche il ricevimento, gli oneri di allestimento “Rosa” vengono azzerati.

Celebra il tuo matrimonio civile o sotto la maestosa quercia secolare presente nel parco o nella “cattedrale” dove i rami del noccioleto intrecciandosi in alto hanno formato tre ampie navate.

Se ami la natura e la desideri ospite e partecipe al tuo giorno più bello La Seminatrice è il posto giusto per te. 

Ci teniamo ad evidenziare che a La Seminatrice non si svolge mai più di un evento al giorno: questo perché non consideriamo un matrimonio “un numero” ma ci piace poterci concentrare al 100% su ogni evento perché esso possa effettivamente essere il giorno indimenticabile che ogni coppia desidera.

Forse non tutti sanno che:

  • Il rito civile prevede la lettura, da parte del Sindaco o suo delegato, degli articoli del codice civile che regolano il matrimonio civile. Quando si parla di delegato del Sindaco spesso si pensa al Vice Sindaco o ad altro funzionario Comunale, invece, ad eccezione dei parenti di primo grado degli sposi, e purché abbia i requisiti per poter essere eletto a consigliere comunale, qualsiasi cittadino italiano può essere delegato dal sindaco in sua vece a tenere il matrimonio. Richiedendo di delegare persona vicina alla coppia di sposi, senza alcun dubbio, sarà possibile creare una cerimonia più unica ed emozionante.
  • I testimoni nel rito civile sono solo 1 per parte. Se è vero che solo un testimone per parte firmerà i registri, è pur vero che è possibile prevedere degli altri testimoni “simbolici” da affiancare a quelli “legali”.

Presso la tenuta La Seminatrice troverete supporto per il disbrigo delle pratiche comunali.